Chi siamo

“L’Infermieristica Teatrale è un’arte derivante dalla miscela di due arti belle, il Teatro e l’Infermieristica. Si viaggia nell’Infermieristica attraverso il Teatro, giocandoci con l’obiettivo di far sì che chi cura e chi si prende cura delle persone possa trovare sempre più strumenti di relazione. Perché fare teatro in genere, e quindi ancor di più l’Infermieristica Teatrale, fa bene in primis a se stessi, poi al gruppo di lavoro e per ultime, ma non per importanza, fa molto bene alle persone malate e al mondo che le circonda.”
Ospedale, Teatro, Arte, Filosofia e Cultura?
Tutto insieme?
Gregory Bateson, con la sua Teoria Sistemica, afferma che non è possibile parlare della realtà senza evidenziare la connessione di tutte le sue parti. Ma che c’entra tutto questo con l’infermieristica? Ci si può prendere cura di una persona malata limitandoci solo al suo organo in difficoltà? L’Infermieristica è fatta di persone (chi si prende cura e chi viene preso in cura), che con le loro culture e i loro pensieri creano dialoghi, relazioni, emozioni collettive, in poche parole: rapporti umani.

 
In ospedale si conosce l’animo umano nella sua purezza perché chi soffre abbatte per necessità ogni muro, perché ogni muro chiude e impedisce le relazioni. Chi soffre non solo è più fragile, ma deve abbattere anche le difese rimaste per ricevere più aiuto possibile, che sia esso fisico, psichico e sociale. La persona malata mostra la parte più bella e la parte più brutta, e lo fa con grande dignità. L’Infermieristica è un viaggio privilegiato nell’animo umano e nelle sue emozioni più profonde.

In teatro si conosce l’animo umano attraverso i personaggi che si interpretano e attraverso i personaggi con cui si relazionano quelli che si interpretano; in teatro ci si mette nei panni dell’altro e si cerca di capire le sue ragioni. E questo mettersi in gioco aiuta inevitabilmente a capire qualcosa in più di se stessi. Un viaggio dove il gruppo condivide emozioni, dubbi, domande e il seguente percorso di ricerca: il prendersi cura di sé per poi prendersi meglio cura delle altre persone.
Noi siamo un gruppetto di infermieri (ma non solo!) che ha come intento proprio questo: vivere, giocare e usare il teatro alla ricerca di un arricchimento personale, un sano atto di egoismo umanitario.
In Principio eravamo tutti erranti e solitari.
Un giorno uno di noi ha fatto una tesi e un progetto di ricerca.
Anni dopo ci siamo incontrati, conosciuti, ci siamo trovati e ora eccoci qui. Finalmente.
E le persone malate?
Loro ci guadagnano di conseguenza.
O no?

10 pensieri su “Chi siamo

  1. avrei piacere di sapere qualche informazione in piu su di voi….e’ un progetto che mi interessa molto e credo sia utile nel campo psichiatrico in cui lavoro….io lavoro e vivo a Roma…ci sono opportunita’ di seguire qualche corso o progetto in zona?

    • Ciao Simona. Per adesso a Roma non abbiamo Laboratori in programma. Sul territorio veniamo sempre in accordo con qualcuno che ci organizza sul posto, qualcuno che sia all’interno del gruppo con cui collaborare. Da quest’anno abbiamo per la prima volta organizzato noi un Laboratorio Residenziale accreditato 26 Ecm, in un ex convento nel bel mezzo della Majella, quindi “non troppo lontano da Roma”. Qui le info: http://infermieristicateatrale.it/prima-residenza-di-infermieristica-teatrale-come-andata/ Intanto Buon Lavoro! PS: Nel gruppo c’è un collega con parecchi anni passati in Psichiatria!

      • ma che bella idea, di quelle che dici: ma perchè non ci ho pensato io !!
        sono appassionata di teatro e questo potrebbe essere un bel modo per conciliarlo con il mio lavoro, dunque, avete qualcosa in programma su firenze e dintorni ?
        Luisa

  2. Ciao colleghi, sto sbirciando nel “Come è andata..” perche volevo esserci anch’io a gennaio. Pur troppo, per motivi famigliari non credo di poter venire ne anche a marzo. La distanza è assai e non perche io sia capricciosa. Vorrei chiedere invece: Se organizzassimo un convegno qui in Bergamasca? Ci sono dei colleghi con quali potremo organizzare il nostro gruppo Lombardo ed invitare il vostro team. Spero che non sia solo un sogno.

  3. Salve sono molto interessato all’idea di poter conciliare attività teatrale e professione infermieristica. Sono un ragazzo ormai prossima alla laurea (appunto in scienze infermieristiche) e vorrei avere informazioni in più su questo nuovo ”ramo” che si offre ai professionisti infermieri. E’ possibile seguire dei corsi?

  4. Ho già avuto l occasione di esprimere la mia opinione sulla vostra attivita ma non posso fare a meno di farlo anche qui perché quando un esperienza ti lascia un segno,quando una realtà a te non vicina in un attimo sembra appartenerti..e quando capisci che siamo noi stessi a dare valore alla nostra professione e ci riusciamo grazie a professionisti d arte come voi beh…Cos altro dire…tenteranno in tutti i modi di scoraggiarci e di svalorizzarci ma sarò folle sarò tonta ma io credo davvero che la nostra sia una professione meravigliosa e siamo esseri speciali e questo gruppo ne è la dimostrazione veronica da savona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *